Con i suoi formati, conformazioni, caratteristiche, colori e venature differenti, il pavimento in legno è una soluzione d’arredo capace di regalare ambienti piacevolmente rilassanti ed accoglienti. La tendenza è quella di un pavimento che sia il più naturale possibile, sia mantenendo la struttura di legno alle colorazioni originali (lasciando a vista o addirittura esasperando le imperfezioni quali venature, buchi, nodi, fratture), sia trattando i listelli in modo naturale solo con cere od olii.

Origine

Il parquet è un tipo di pavimentazione composta da legno massiccio di vario spessore (da 2,5 mm in su di legno vero) o dall’assemblaggio di singoli elementi di legno. Risulta essere un tipo di pavimentazione sempre più utilizzato nell’edilizia residenziale e nelle ristrutturazioni di interni, poiché si abbina bene a qualsiasi tipo di arredamento e, pur presentando un costo iniziale più alto rispetto ad altri materiali, risulta essere più conveniente se si considera la lunga durata del materiale e i limitati costi di manutenzione.
Attualmente, si preferisce maggiormente – anche per il costo e la facilità di posa – il parquet prefinito, che si differenzia da quello tradizionale per essere composto da diversi strati incollati tra loro e per essere lavorato e verniciato direttamente in fabbrica, con più passaggi di quelli che si darebbero “manualmente” sul parquet tradizionale. Ciò rende il parquet prefinito più resistente nel tempo ai graffi e agli urti, e permette l’utilizzo del pavimento in parquet ad un costo accessibile anche nelle case che ospitano “amici dell’uomo” come cani, gatti, conigli…

Tecniche di posa

Esistono tre differenti tecniche di posa:

  • Il parquet inchiodato: la posa inchiodata è il metodo più antico e tradizionale ma anche il più complesso e più costoso ed avviene solo con parquet massiccio, generalmente di spessore intorno ai 22 mm. I listoni in legno del parquet vengono inchiodati con chiodi inclinati a 45° su delle liste, detti magatelli, già predisposte nel massetto di sottofondo.
  • Il parquet incollato: i listelli di legno vengono adagiati su di un letto di colla direttamente sul massetto o anche sul pavimento sottostante.
  • Il parquet flottante, posato con colla o lasciato libero. E’ un metodo pratico e veloce ed è quello più usato e consiste nella posa di un sottopavimento costituito da un tappetino con proprietà fonoassorbenti e di isolamento termoacustico, posto tra il massetto e i listoni che compongono il parquet. La tecnica ad incastro libero, quella utilizzata nella maggior parte dei casi, prevede che i listelli vengano combinati ad incastro tra loro, mentre la tecnica della posa con colla prevede che si incolli il lato di incastro dei listoni in modo da fissare maschio e femmina. Questa tecnica viene utilizzata soprattutto se si intende preservare il pavimento sottostante, o anche se la base su cui è montato trasferisce umidità all’ambiente; in questo caso, infatti, il tappetino fungerà da barriera e non permetterà all’umidità di risalire.

Vedi tutte le immagini della nostra ristrutturazione interni a Lissone (via Bernini)

Vedi tutte le immagini della nostra ristrutturazione interni a Lodi (via Vignati)

Vedi tutte le immagini della nostra ristrutturazione interni a Milano (via Aprile)

Tendenze

Le tendenze nell’utilizzo del parquet, oltre al sempreverde “classico”, sperimentano la produzione di disegni, intrecci, pose in opera che rimandino a disegni astratti, in certi casi quasi intarsi. A volte vengono richiesti piccoli gruppi di tavole da inserire nella struttura più vasta del pavimento allo scopo di richiamare una tinta utilizzata in un mobile, in un divano o in una texture murale. Altre volte si cerca il “tono su tono”, ma sempre con l’idea del disegno astratto. E tutte queste richieste, queste tendenze, hanno in comune un aspetto psicologico fondamentale, spesso il primum movens di una ristrutturazione d’interni: come altri ambienti e rifiniture della casa, anche il pavimento diventa espressione della propria indole, del proprio vissuto, e contribuisce ad esasperare il concetto di casa come estensione di sé stessi, come nido in cui rifugiarsi, in cui stare bene con le persone che si amano.

Hai bisogno di un preventivo gratuito per ristrutturare la tua casa, negozio o ufficio?
Contattaci compilando il modulo, ti contatteremo al più presto!

Il Tuo Preventivo

  1. (richiesto)
  2. (richiesto)
  3. Rifacimento impianti:
  4. (richiesto)
  5. (richiesto)
  6. (è richiesto un indirizzo email valido)
 

Vieni a conoscere il nostro servizio "Renovation House"

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!