La scelta della pavimentazione è fondamentale al momento della ristrutturazione della casa. A differenza dei mobili e del colore dei muri, il pavimento ha infatti una vita molto lunga. Se vuoi qualche consiglio su come sceglierlo al meglio, ecco una guida completa sul tema.

Cosa considerare nella scelta del pavimento

Quando ci si concentra sulla scelta della pavimentazione, è necessario considerare alcuni aspetti. Il primo è lo stile di vita e la composizione della famiglia. Se non si hanno bambini o animali, è possibile orientarsi su un parquet, pavimento delicato per eccellenza, senza particolari problemi.

Se si opta per questa scelta, è bene essere a conoscenza delle diverse soluzioni per quanto riguarda i legni. Ecco le principali:

  • Legni rossi: tra i più diffusi troviamo senza dubbio il merbeau, un’essenza asiatica tendente al colore bruno, e il Doussiè Africa, essenza che, invece, vira più sul dorato-rossiccio.
  • Legni chiari: in questo caso in primo piano troviamo l’acero americano, un legno che tende al beige e che si contraddistingue per una colorazioen molto chiara. Degna di citazione è anche la presenza del faggio, una delle più apprezzate essenze europee celebre per la sua delicata tonalità rosata.
  • Legni scuri: tra questi spiccano senza dubbio il wengé-panga, un’essenza africana particolarmente scura, e il mutenye, essenza sempre africana che si presenta in cromie differenti

Se si ha intenzione di scegliere qualcosa di più economico, è possibile prendere in considerazione i vantaggi del parquet laminato. Caratterizzato da un supporto in fibra e in colla, riproduce in maniera molto fedele alcune delle più popolari essenze del legno.

Un capitolo importante riguard la possibilità di utilizzare il parquet con il riscaldamento a pavimento. In merito ci sono molte discussioni. Per evitare problemi, si consiglia di scegliere un legno di tenuta stabile, che sia poco soggetto alla dilatazione termica.

Essenziale, inoltre, è scegliere la posatura con la colla, la soluzione migliore per una pavimentazione riscaldata. Esiste anche la posatura galleggiante. In questo caso, però, è basilare che al momento della posa il riscaldamento sia già entrato in funzione.

Vantaggi dei pavimenti in gres

Entriamo maggiormente nel vivo dei consigli per scegliere la pavimentazione parlando dei vantaggi delle soluzioni in gres. Questa soluzione è una delle più apprezzate in assoluto in quanto resistente e duratura. Le peculiarità in questione sono dovute alla cottura a temperature molto elevate, che superano i 1250°C.

Il gres può essere rosso o porcellanato. In entrambi i casi appena citati, la superficie della pavimentazione può essere

  • Smaltata
  • Non smaltata
  • Levigata

La soluzione del gres porcellanato è senza dubbio una delle più apprezzate. Come scegliere al meglio? Ricordando innanzitutto che parliamo di piastrelle realizzate in ceramica a pasta colorata dura e compatta, non porosa. Ecologiche e resistenti agli urti e alle macchie, possono essere impiegate per qualsiasi ambiente.

In generale, si tende a sceglierle per ambienti indoor sottoposti a un calpestio continuo. In linea di massima, il gres porcellanato smaltato è molto diffuso in quanto facile da mantenere, dal momento che assorbe pochissimo.

Pavimenti in cotto

Un altro aspetto da tenere in considerazione quando si parla di come scegliere la pavimentazione  è la possibilità di optare per una soluzione in cotto.

In questo caso si può chiamare in causa anche la questione estetica. Quando si parla del cotto, specialmente di quello fatto a mano, è impossibile non prendere in considerazione la resa visiva, unica nel suo genere. Il cotto, in generale, si divide in due tipologie.

Chi vuole scegliere una nuova pavimentazione per casa, infatti, può prendere in considerazione il cotto antico e quello smaltato. Quali sono le differenze? Il primo è caratterizzato da parecchie irregolarità. Si tratta però del risultato di una produzione artigianale che conferisce all’insieme un indubbio valore aggiunto.

scegliere pavimento casa cucina bagno sala

Il pavimento in cotto ha un effetto rustico e sempre molto affascinante

Vantaggi delle mattonelle adesive in PVC

Nell’ambito dei consigli per chi vuole scegliere la pavimentazione, è fondamentale prendere in considerazione anche la possibilità di acquistare mattonelle adesive in PVC.

Quali sono i vantaggi di questa scelta? In primo piano ricordiamo il fatto che, con un pavimento rivestito in PVC, si ha la garanzia di un ottimo isolamento acustico.

Da specificare, inoltre, è che le mattonelle adesive in PVC possono essere applicate su una pavimentazione già esistente. Non è quindi necessario effettuare demolizioni.

Fondamentale è specificare che ci sono anche alcuni contro. In primo luogo è da rammentare il fatto che, a differenza delle altre tipologie di pavimentazione, quella in PVC adesiva non può essere applicata a prescindere in interni e in esterni.

Generalmente, le mattonelle in PVC sono da utilizzare solo per ambienti indoor.

 

 

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!