Ristrutturazione della cucina a Milano

La cucina è l’ambiente domestico in cui trascorriamo più tempo. Ambiente intimo e familiare, la cucina funge da punto di ritrovo in occasione di pranzi e cene, e consente di svolgere più attività nella stessa stanza. È proprio in cucina che, al mattino, l’aroma del caffè ci dà la carica giusta per affrontare la giornata. Qui cuciniamo, riuniamo gli ospiti per cena e brindiamo con i familiari.

Ed è proprio per la sua straordinaria versatilità che la scelta delle proposte di design ed arredamento diventa fondamentale.

La guida completa alla cucina

Noi del Perone Building Group teniamo molto all’informazione dei nostri clienti. Non solo dopo che questi ci hanno contattato, ma anche prima. In questo articolo andremo dunque a presentare tutte le idee per la cucina, soffermandoci in particolare sulle soluzioni più richieste a Milano. In città, infatti, si respira un gusto più moderno rispetto a quello che negli anni abbiamo constatato in altre zone. Per questo è bene conoscere tutte le opzioni da mettere sul tavolo; la cucina è il focolare intorno a cui si stringe la famiglia, e per noi è importante valorizzarla.

Puoi trovare la guida completa alla ristrutturazione della cucina nel nostro e-book! Lo puoi ricevere gratuitamente via mail quando vuoi. Per darti un primo assaggio delle informazioni che troverai al suo interno, ecco una parte di tutto ciò che riguarda la ristrutturazione della cucina. In questo articolo ci soffermeremo, in particolare, sugli elementi che possono dividerla dalla zona living con massima efficacia visiva e funzionale; tratteremo poi delle piccole scelte estetiche che possono darle un tocco di stile in più.

Dividere la cucina dalla zona living

Nelle case di oggi capita sempre più spesso che cucina, soggiorno e sala da pranzo convivano in un unico grande open space, privo di barriere e di divisioni. Si tratta senz’altro di una soluzione moderna, luminosa, ariosa ed esteticamente molto gradevole ma, a lato pratico, non tra le più comode.

Cucina e soggiorno sono ambienti con funzioni decisamente diverse. La zona living è destinata alla convivialità, mentre in cucina ci si dedica alla preparazione dei pasti. Per dividere soggiorno e cucina ci sono tante idee di design, adatte ad ogni tipo di budget, da cui poter tratte ispirazione, dalle pareti in cartongesso a tutta altezza ai muretti bassi. Vediamo le più diffuse.

ristrutturazione milano cucina guida completa informazioni preventivo

Muretto basso o di media altezza

Se l’ambiente da arredare è di dimensioni ridotte, è consigliabile erigere un muretto di divisione basso o di media altezza, in muratura o con altri materiali, come il legno, da rivestire secondo il proprio gusto. Assicuratevi di lasciare uno spazio sufficientemente ampio per muoversi agevolmente tra i fornelli.

La luce riempie ogni angolo e, un po’ schermata ed un po’ a vista, la cucina dietro al muretto resta ben circoscritta ma, al contempo, aperta sulla zona living. Assicuratevi che i vari complementi siano in armonia tra loro, evitando accostamenti azzardati di stili e colori.

Parete a tutta altezza

La più classica delle soluzioni per separare cucina e zona living è quella di ricorrere ad una parete a tutta altezza, senza, però, chiudere completamente la cucina. In questo caso viene eretta una parete in muratura o in cartongesso, che, però, non percorra l’intera lunghezza dell’angolo cucina. In questo modo, si crea una separazione tra i due ambienti, mantenendoli, di fatto, uniti.

Soluzione pratica, economica e versatile, che lascia ampi margini di modifica in presenza di esigenze abitative diverse, con la realizzazione di una parete in cartongesso è possibile ottenere un risparmio pari al 30% rispetto alle tradizionali pareti in muratura. Perone Building Group, con sede a Milano ed operativa in tutta Italia, realizza opere in gesso, cartongesso e stucchi.

Anche installare una parete vetrata su misura consente alla luce di fluire liberamente tra i due ambienti, evitando, al contempo, che i fumi e gli odori derivanti dalla preparazione delle pietanze si diffondano nell’intera abitazione.

Libreria

Un’alternativa soft all’innalzamento di una parete vera e propria può essere l’inserimento di un mobile a tutta altezza tra soggiorno e cucina, dall’effetto contemporaneo, come, ad esempio, una libreria in cui inserire ricettari ed elementi di design.

Porta scorrevole

Ideali per separare cucina e sala da pranzo sono anche le porte scorrevoli in vetro, in legno o altri materiali, dette anche interpareti. Le pareti scorrevoli sono una soluzione che può rivelarsi estremamente utile quando si desidera nascondere l’angolo cottura alla vista ed isolare gli ambienti da odori, fumi e rumori.

All’occorrenza, la parete scorrevole può essere tenuta aperta, per mantenere la continuità dell’insieme ed un buon livello di luminosità ed aerazione

Cucina con isola

Se disponete di spazio a sufficienza, la cucina con isola è la soluzione ideale per creare un elemento di separazione tra la zona living e lo spazio in cui si preparano i pasti. È consigliabile collocare l’elemento di divisione al centro, con una struttura ad isola, libera su tutti i lati.

Una struttura con isola è la soluzione più indicata quando le finestre sono collocate su un unico lato e, pertanto, erigere una parete comporterebbe la totale assenza di luce naturale nell’angolo cucina.

consigli per ristrtutturare la cucina

Cucina con penisola

Il piano di lavoro può essere anche una penisola, libera su tre lati, appoggiata ad una parete oppure a mo’ di estensione della cucina stessa. La scelta delle forme e dimensioni delle penisole è estremamente ampia.

Potete scegliere una composizione a L o a C, in grado di valorizzare il design degli ambienti, che crea una sorta di golfo in cui racchiudere la zona pranzo con un tavolo alto e degli sgabelli. La penisola può ospitare il piano cottura ed il lavello, può essere un semplice piano di lavoro o può avere la forma di un bancone o zona snack, ideale per consumare pasti veloci e la prima colazione.

Camino

Un’idea originale, innovativa ed in grado di esaltare il design dell’intera abitazione è quella di dividere la cucina dal soggiorno con un camino posizionato centralmente.

Per tutti questi interventi e per una ristrutturazione integrale del locale, con un’adeguata ed ergonomica ridistribuzione degli spazi, sconsigliamo vivamente di affidarsi al fai-da-te. Rivolgetevi a ditte accreditate, specializzate nella ristrutturazione di interni, come Perone Building Group, azienda leader nel settore del rifacimento cucine.

 

Come cambiare volto alla cucina con piccoli interventi

Se notate che la vostra cucina è ormai diventata poco funzionale e non corrisponde più vostri gusti, è possibile rinnovarla, senza spendere cifre da capogiro. Vediamo di che cosa si tratta.

Rifacimento pavimenti e rivestimenti

Anche modificare i rivestimenti di pareti e pavimenti con piastrelle o pannelli nuovi è un modo semplice e non particolarmente dispendioso per donare un’aria nuova alla cucina. Tra i servizi offerti da Perone Building Group c’è anche il rifacimento di pavimentazioni e rivestimenti e posa di parquet, ceramiche e pietre naturali.

Cambiare gli elettrodomestici

Se nella vostra cucina sono ancora presenti elettrodomestici datati ed obsoleti, che non rientrano nelle classi energetiche a basso consumo, è bene sostituirli con modelli di ultima generazione, in grado di garantire efficienza, performance di livello elevato ed un risparmio energetico ed economico a lungo termine. Perone Building Group si avvale di partnership di eccezionale autorevolezza con fornitori di mobilio ed elettrodomestici all’avanguardia.

 

Sostituzione del piano cottura

Sostituire i vecchi fornelli con un piano cottura a induzione in vetroceramica, l’ultima evoluzione in cucina, rinnoverà completamente l’ambiente.

L’induzione scalda in tempi rapidi, basti pensare che in cinque minuti è possibile portare ad ebollizione due litri di acqua. L’efficienza garantita da un piano cottura ad induzione è estremamente alta, con il 90% dell’energia assorbita trasformata in calore per cucinare, che viene generato direttamente all’interno di pentole e padelle, e non disperso nell’aria come avviene con altri tipi di cottura.

Sostituzione del piano di lavoro

Può dare una svolta all’immagine alla cucina anche la sostituzione di un vecchio piano di lavoro danneggiato dall’usura con uno nuovo, realizzato con materiali di pregio, come legno e marmo, trattati in modo tale che non si rovinino con le tipiche attività della cucina.

Tinteggiare le pareti

Una semplice rinfrescata alle pareti è in grado di donare luce, energia ed un’aria nuova all’ambiente. 

 

Sostituzione rubinetteria

Un piccolo elemento in grado di donare un tocco di modernità all’intera cucina è il rubinetto del lavello. Nella scelta del modello verificate le dimensioni del nuovo rubinetto per adattarlo al lavandino esistente.

Cambiare le maniglie

Può sembrare un dettaglio di poco conto, ma sostituire le maniglie dei mobili e dei pensili è un accorgimento in grado di dare una svolta allo stile dell’intera cucina.

Mensole

Inserire delle mensole su cui esporre piante ed oggetti di design rende immediatamente più arioso ed accogliente il locale cucina. Le posizioni più adatte all’installazione di piccole mensole sono la zona del lavello e gli angolo della cucina.

Condividi

Condividi questo post con i tuoi amici!