Arredamento sostenibile a Milano, consigli per tutte le stanze di casa

Al giorno d’oggi, si parla sempre di più di arredamento sostenibile. L’attenzione all’ambiente, infatti, coinvolge anche l’ambito domestico e l’interior design in tutte le sue sfaccettature. Protagonista indiscussa ormai da diversi anni, la sostenibilità si sposa perfettamente con la voglia di curare nel dettaglio gli interni dell’abitazione, scegliendoli in modo da dare risalto alla propria personalità. Quando ristrutturiamo un appartamento, una villa o uno spazio di lavoro a Milano e dintorni, ci capita spesso di sentire richieste in merito e di trovarci poi impegnati a progettare interni in ottica sostenibile.

Se sei alla ricerca di consigli al proposito, leggi la nostra guida e scopri alcune dritte semplici ed economiche per cambiare il volto della casa.

Arredare casa in ottica sostenibile ed economica: certo che si può!

Per arredare la casa in ottica sostenibile non è necessario mettere sul piatto cifre assurde. Iniziamo a dare qualche veloce consiglio in merito ricordando prima di tutto che le nostre casa sono piene di oggetti che non utilizziamo più e che, con un restauro professionale, possono iniziare una seconda vita.

Ovviamente è fondamentale citare il web. Su internet brulicano i siti che permettono di acquistare pezzi originali da collezionisti, anche a prezzo non eccessivo.

Data questa doverosa premessa, vediamo nel dettaglio i consigli per arredare in ottica sostenibile ambiente per ambiente.

Cucina

Partiamo dalla cucina, luogo dedicato per eccellenza alla condivisione di valori e momenti speciali. Di soluzioni per dare spazio ad arredi sostenibili ce ne sono davvero tante! Giusto per citarne alcune, parliamo della possibilità di introdurre i pallet, le tipiche cassette della frutta da mercato.

Anche se, molto probabilmente, può risultare difficile crederci, c’è chi, con i pallet, ha realizzato un’intera cucina! Stiamo parlando del team di Anatomica Design e di un progetto che, a distanza di anni, continua a far parlare di sé. La cucina realizzata totalmente in pallet, che si trova presso un locale di Barcellona e ha vinto importanti premi internazionali, è ovviamente solo uno spunto.

Realizzarne una uguale è molto difficile se non impossibile per chi non ha un apposito laboratorio. Come già detto, però, si può considerare uno spunto per costruire in pallet specifiche parti, come per esempio il tavolo. I consigli per arredare la cucina in ottica sostenibile, però, non finiscono certo qui!

Da ricordare, infatti, è la possibilità di scegliere arredi realizzati in plastica riciclata. Giusto per citare un caso, facciamo riferimento ad alcune novità di un brand come Ikea che, proprio l’anno scorso, ha proposto una cucina con ante note come Kungsbacka e realizzate in legno e plastica di recupero.

Anche gli accessori possono essere realizzati in ottica sostenibile. Tra le soluzioni utili al proposito ricordiamo le stoviglie usa e getta, realizzate in amido di mais. Il suddetto materiale è noto più specificatamente con il nome di PLA (polimero di acido lattico).

Ovviamente non si tratta di plastica, ma le proprietà sono comunque molto interessanti. Da specificare, infatti, è che le stoviglie realizzate in PLA sono resistenti e duttili.

Si conferiscono assieme all’umido, dal momento che sono biodegradabili. L’occhio sostenbile in cucina può prendere in considerazione anche la tovaglia. Sì, hai capito benissimo! Sceglierla tenendo conto dell’amore per l’ambiente è possibile.

Per farlo basta orientarsi verso prodotti realizzati con fibre naturali. La scelta più semplice è, senza alcun dubbio, la tovaglia di cotone.

Un altro consiglio per una cucina in ottica davvero sostenibile? L’addio ai tovaglioli di carta! In questo modo, infatti, è possibile eliminare eventuali sostanze sbiancanti di origine chimica.

Per quanto riguarda i segnaposti, ci si può davvero sbizzarrire. Per capirlo è possibile ricordare il fascino dei segnaposti in sughero.

Guardando sul web, basta poco per trovare tutorial per realizzare segnaposti con i tappi di sughero, utilizzando anche fiori e rami di rosmarino per guarnire il tutto.

Living

Il living è un ambiente che, negli ultimi anni, si è evoluto tantissimo. Le case, infatti, si fanno sempre più piccole e in salotto si fa davvero tutto. Si chiacchiera con gli amici, si gioca con i propri figli, si mangia e si lavora. Anche per questo motivo è fondamentale dare spazio a soluzioni sostenibili, così da celebrare nel migliore dei modi l’amore per la terra in uno spazio dove si passa molto tempo.

Di esempi utili al proposito se ne potrebbero fare davvero tanti. Uno di questi chiama in causa il cartone, materiale resistente che può essere utilizzato per realizzare arredi di qualità. Un caso che lo dimostra è quello di Kubedesign, una realtà che, dal 2003 ormai, si occupa di realizzare mobili in cartone versatili, sostenibili e divertenti.

Basta pensare che uno dei pezzi di punta è una matrioska gigante! Ah, questo brand è un’eccellenza italiana, il che fa ancora più piacere!

Un altro aspetto che vale la pena prendere in considerazione quando si parla di arredamento sostenibile in ambiente living riguarda le modalità di riscaldamento, che possono essere concretizzate grazie a caminetti a bioetanolo di design.

Le scelte in questo caso sono numerose. Si passa dal caminetto trasparente da posare a terra e caratterizzato da linee nette e materiali metallici, fino al caminetto nero a muro dalle forme tondeggianti, ideale per una casa arredata in maniera super futuristica.

I camini a bioetanolo moderni sono delle piccole opere d’arte. Basta passare in rassegna le proposte dei brand per trovare soluzioni davvero avveniristiche, come per esempio camini a muro che rimandano a forme geometriche affascinanti come quella dell’esagono.

Si possono scegliere anche prodotti dalle linee estremamente semplici. Immagina un attimo due piani, uno perpendicolare all’altro, e la fiamma a vista.

Passando in rassegna le proposte dei vari brand, si possono trovare caminetti in bioetanolo con queste caratteristiche, senza dubbio d’impatto e capaci di dare carattere all’ambiente living ma, soprattutto, di riscaldarlo in maniera davvero sostenibile.

Davvero non si contano le alternative possibili! Se vuoi includere questa forma di riscaldamento – ne abbiamo parlato meglio qui sviscerando i pro e i contro – in casa tua, puoi anche orientarti verso caminetti a bioetanolo a forma di quadro. Si può scegliere anche un camino a bioetanolo a forma di cerchio, perfetto da abbinare con il resto dell’arredamento, per esempio i tavolini da caffè.

Cosa ne dici, invece, di un caminetto a bioetanolo le cui forme rimandano ai quadrati di Mondrian? In commercio, dando un’occhiata alle varie soluzioni, si possono trovare anche opzioni di questo genere, perfette per chi ha una casa al mare e vuole una vista mozzafiato!

Per un living moderno, sono ottimi i caminetti a bioetanolo a doppia facciata. In commercio si possono trovare soluzioni caratterrizzate da forme morbide e semplici, ideali per un salotto arredato in maniera moderna ma comunque accogliente e attenta ai dettagli.

Chi proprio non vuole rinunciare alla bellezza di questi veri e propri elementi d’arredo, grazie ai quali è possibile scaldare la casa in maniera ecologica ma anche in senso… emotivo!

Arredare in ottica sostenibile, infatti, non significa pensare unicamente alla questione ambientale e mettere da parte l’estetica.

La sostenibilità, come vedremo nelle prossime righe, è da intendersi anche come un aspetto interiore, di benessere personale che, di conseguenza, si riflette sulla capacità di occuparsi degli altri e del mondo attorno a sé.

arredamento milano

Il salotto milanese di oggi non è solo uno spazio accogliente, dove condividere serate in famiglia e dove ricevere gli ospiti. É l’espressione della sensibilità di chi lo vive, e la sostenibilità è un argomento centrale dell’etica odierna per ovvie ragioni.

Camera da letto

Anche se sembra difficile pensarci, pure la camera da letto può arredata in ottica green. Ci si può concentrare sulla scelta di una pittura ecologica per le pareti, senza dimenticare la possibilità di acquistare tende in cotone o in fibra di lino.

La sostenibilità, come già detto, può essere anche interiore. Eliminare dalla camera da letto il superfluo è un’ottima idea per stare meglio e per passare delle ore di riposo davvero rilassanti. Per ottenere buoni risultati, è necessario prima di tutto puntare su un’atmosfera zen.

Crearla è molto semplice. La prima cosa da fare è dotarsi di accessori in carta di riso, soprattutto lampade. Il secondo passo, invece, consiste nel rivolgersi a un esperto di feng shui per realizzare e posizionare le pareti sempre in carta di riso tipiche sempre dell’arte del feng shui.

In questo modo, si lascia da parte la frenesia tipica del mondo occidentale, per entrare in un universo fatto di lentezza e riflessione sui propri desideri e obiettivi.

Camera dei bambini

La camera dei più piccoli può essere arredata in ottica sostenibile? Assolutamente sì! In questo caso, anzi, la sostenibilità è ancora più importante, dal momento che si sposa quasi sempre con esigenze di sicurezza che è fondamentale mettere in primo piano quando si progetta la stanzetta per i bimbi.

Pure per le esigenze di questo ambiente indoor molto speciale sono numerosi i progetti da tutto il mondo che meritano particolare attenzione. Tra questi possiamo ricordare Hiromatsu Design, uno studio giapponese che si contraddistingue per la realizzazione di mobili sostenibili in scarti di legno.

Fondamentale è specificare che questo brand è una vera eccezione. Non si trovano tanti designer pronti a “dire la propria” sui mobili per la camera dei bambini che, nel caso di Hiromatsu, vengono anche resi più spiritosi aggiungendo, per esempio, orecchie da coniglio. Non è divertentissimo? Certamente sì!

Quando si tratta di arredare la camera dei bambini, non bisogna lasciare assolutamente nulla al caso. Ciò vuol dire, per esempio, arredare tenendo conto anche della scelta della pavimentazione. Quali sono i consigli per muoversi in ottica davvero sostenibile?

Uno di cui senza dubbio vorrai saperne di più riguarda la scelta delle pavimentazioni in bamboo. Perché questo materiale è considerato amico dell’ambiente? Prima di tutto perché assorbe notevoli quantità di CO2. Inoltre, è bene sapere che il bamboo non è un albero ma una graminacea.

Questo permette alle piante di rigenerarsi senza il rischio di estinzione o di deforestazione di aree particolarmente ampie. Non c’è che dire: con il parquet in bamboo si fa una scelta a dir poco sostenibile per la camera dei propri bimbi, permettendo loro di capire fin da piccoli che, per fare qualcosa di buono per l’ambiente bastano delle piccole scelte quotidiane.

Giardino

Anche per il giardino, ovviamente, è possibile scegliere numerose soluzioni di arredamento sostenibile. Pure in questo caso il bamboo torna in gioco come soluzione principe! Questo legno, del quale abbiamo già decantato le virtù riguardanti l’ecocompatibilità, è anche molto resistenze.

Si può utilizzare per realizzare ogni tipo di arredi, dai tavolini, fino alle poltrone. C’è chi, addirittura, lo utilizza per realizzare delle meravigliose lampade.

Ovviamente anche in giardino entrano in campo i pallet. Vero e proprio trionfo dell’arredamento sostenibile, i bancali di legno possono essere usati per realizzare tavolini, sedie, ma anche meravigliose poltrone. Dando un’occhiata su Google, è possibile trovare numerosi brand che mettono la sostenibilità al centro del business, realizzando arredi in pallet rifiniti alla perfezione.

Cosa dire, invece, dei vasi? Per concludere l’elenco di consigli per arredare in maniera sostenibile il giardino, è fondamentale prendere in considerazione questi accessori.

Di idee per sceglierli in ottica ecocompatibile ce ne sono davvero tante. Giusto per citarne alcune, ricordiamo le fioriere e i vasi ricavati dai tronchi.

Con i rami potati, invece, si possono creare dei piccoli vasi da sistemare sul davanzale sulla finestra o sul tavolino da giardino.

Uno spunto davvero speciale? Se hai un albero vecchio in giardino che deve essere abbattuto, puoi scavare il tronco per utilizzarlo come fioriera.

In questa sede, è fondamentale fare un veloce cenno anche ai vasi in bioplastica. Le plastiche vegetali sono ampiamente usate nel design. Sceglierle per i vasi da giardino è un grande vantaggio soprattutto perché permettono di non rovinare le radici e di fertilizzare il suolo con il compost successivo alla degradazione della plastica eco!

Ovviamente, dal punto di vista estetico ci sono numerose alternative, grazie alle quali è possibile portare in giardino un connubio tra bellezza e sostenibilità ambientale. Provare per credere!

giardino interno milano

Un giardino è quello che ci vuole per respirare un po’di aria fresca nelle metropoli come Milano. Oggi esistono anche soluzioni di interior design molto interessanti per integrare l’orto con l’ambiente interno di casa.

Come ottimizzare la classe energetica di casa

Dopo questo elenco di consigli dedicati a chi, come te, vuole arredare stanza per stanza in ottica sostenibile, parliamo dei passi da seguire per ottimizzare la classe energetica della casa.

Migliorare la situazione da questo punto di vista è utile non sono per l’ambiente, ma anche per quanto riguarda il valore dell’immobile.

La differenza media a metro quadro, è infatti pari al 34% in più a favore delle classi energetiche più altre, in primis la A (fonti risalenti ad aprile 2017). Ovviamente è bene tenere gli occhi aperti sui migliori interventi interni. Ricordiamo in primo luogo la possibilità di sostituire i serramenti con infissi di nuova generazione a doppio o triplo vetro.   Se ti va di approfondire, sul nostro blog trovi una guida in cui ti spieghiamo di più sugli infissi migliori per evitare la dispersione termica e più in grado di adattarsi al tuo arredamento.

In questo caso, è molto probabile che la classe energetica migliori. Fondamentale comunque è consultare un tecnico qualificato, in modo da avere tutte le certezze in merito.

Molto importante è che il suddetto professionista fornisca indicazioni sui materiali da utilizzare, non solo per gli infissi.

La lana di roccia, infatti, è un ottimo isolante termico e può essere inserita attorno dei serramenti. Per ottimizzare l’efficienza dei termosifoni, è infine fondamentale posizionare pannelli termoriflettenti. Nella maggior parte dei casi, si tratta di fogli in polietilene rivestiti in alluminio. Ovviamente, se si parte da una classe energetica bassa non è sufficiente un po’ di isolamento termico per raggiungere la A. In questo caso, infatti, è fondamentale concretizzare interventi più consistenti, come per esempio quelli riguardanti i cappotti.

Chi vuole ottenere risultati da questo punto di vista, deve eliminare i ponti termici e sostituire i vetri presenti con vetri tripli.

Molto importante è anche sostituire l’impianto presente con uno a pompa di calore e mettere i pannelli a pavimento.

Come ti sarà chiaro, si tratta di interventi consistenti e costosi anche se ci sono gli sgravi. Indi, se sei proprio alle prime armi con la sostenibilità domestica, il consiglio è quello di iniziare con un blando isolamento termico.

Come ristrutturare in ottica sostenibile

Ristrutturare casa in ottica sostenibile può essere non solo semplice, ma anche conveniente. Quello che conta è affidarsi all’impresa giusta. Nelle prossime righe, ti spiegheremo perché il nostro servizio Renovation House è la scelta migliore.

renovation house

Ricordiamo prima di tutto che, in una sola realtà attiva a Milano nel campo delle ristrutturazioni da tantissimi anni, lavorano numerose figure, tutte quelle necessarie al completamento di un lavoro ottimale, a prescinderev dal punto di partenza.

Grazie al Project Manager, uno dei fiori all’occhiello della nostra proposta, è possibile avere a propria disposizione professionisti specializzati.

Come avrai avuto modo di vedere, ogni tassello dell’arredamento sostenibile deve essere curato nei minimi dettagli. Ciò significa scegliere degli esperti di Feng Shui se si ha intenzione di sfruttare al massimo i vantaggi di questa disciplina e rivolgersi a un interior designer professionista per scegliere il caminetto a bioetanolo migliore.

Ovviamente i vantaggi di Renovation House per chi vuole ristrutturare in ottica sostenibile non finiscono qui! Non bisogna infatti dimenticare che tutto quello che ruota attorno al nodo sostenibilità è oggetto di cambiamenti che possono concretizzarsi anche in poco tempo.

Basta pensare a questioni come le valvole per i termosifoni per capire come, al giorno d’oggi, sia necessario “stare sul pezzo” dal punto di vista normativo, onde evitare anche pesanti sanzioni.

Con il nostro servizio Renovation House tutto questo è garantito anche e soprattutto grazie a professionisti di comprovata esperienza.

Quando si parla di ristrutturazione sostenibili, però, è bene specificare anche l’importanza di controllare la resa estetica.

Abbiamo già ricordato che, purtroppo spesso, si pensa che arredare in ottica sostenibile voglia dire mettere in secondo piano l’estetica dell’abitazione.

Questo non è affatto vero e, grazie ai due sopralluoghi che garantiamo ai nostri clienti è possibile appurarlo di persona.

Un ulteriore plus riguarda la possibilità di usufruire della medesima qualità anche per i negozi e i ristoranti. Non dimentichiamo infatti che, al giorno d’oggi, i consumatori premiano sempre di più le attività sostenibili. Per capirlo basta immaginare un secondo la sensibilità nei confronti dell’alimentazione bio (i locali a tema sono cresciuti a percentuali a cifra doppia negli ultimi anni).

La sostenibilità garantisce un ritorno d’immagine notevole. Grazie ai nostri consulenti, avrai la possibilità di metterla al centro della nuova veste della tua attività.

Vuoi scoprire in che modo e conoscere, passo dopo passo, cosa offriamo ai nostri clienti? Contattaci subito! Ti risponderemo e ti assegneremo un Project Manager, grazie al quale avrai modo di iniziare un percorso pianificato in tutto e per tutto, che culminerà con un servizio di assistenza post ristrutturazione molto vantaggioso.

Per 24/36 mesi, infatti, assistiamo i nostri clienti mettendo in atto quei piccoli aggiustamenti che sono necessari dopo una ristrutturazione importante, soprattutto se complessa come può essere quella in ottica sostenibile.

Ora non ti resta che contattarci per saperne di più! Ti risponderemo appena possibile, felici di iniziare assieme a te un viaggio che porterà a un cambiamento importantissimo per la tua casa, per il tuo negozio o per il tuo ristorante.