Pensilina da ingresso: tipologie, vantaggi, come sceglierle

Chi ha una villetta e sta progettando di ristrutturarla, molto probabilmente ha intenzione di sistemare una pensilina per l’ingresso. In questo modo è possibile proteggere la zona adiacente alla porta dagli agenti atmosferici, a prescindere che si tratti di pioggia o neve.

come installare una pensilina in casa

Se ti riconosci in quanto appena descritto, seguici nelle prossime righe e scopri la guida che abbiamo creato per aiutarti a scegliere nel migliore dei modi la pensilina per l’ingresso.

Tipologie di pensiline disponibili

Le tipologie di pensiline per ingresso disponibili sono numerose. Il principale elemento distintivo è il materiale. Ovviamente si possono personalizzare, in modo da arredare l’ingresso secondo i propri gusti e in armonia con lo stile della casa.

Pensiline in alluminio

Iniziamo a parlare delle pensiline da ingresso in alluminio, ideali per coprire anche spazi molto grandi. Nella maggior parte dei casi, questa tipologia di pensiline è realizzata con profili estrusi. Per quanto riguarda le possibilità di personalizzazione, è bene ricordare che sono davvero molto ampie.

Tra queste è possibile annoverare anche l’inserimento di faretti per illuminare l’ingresso. Ovviamente si possono inserire anche delle luci a LED, così da concretizzare un risparmio energetico ottimale.

Pensiline in acciaio inox

Chi sceglie una pensilina per ingresso realizzata con questo materia punta alla robustezza e alla durata nel tempo. Anche in questo caso si può giocare molto dal punto della personalizzazione, ordinando una pensilina liberty o classica. Per quel che concerne la resa visiva non ci sono particolari problemi, dal momento che la grondaia è perfettamente integrata nel design.

Quando si parla di pensiline per ingresso in acciaio inox, è bene ricordare che si tratta di opzioni progettate con lo scopo di sopportare il carico della neve.

Sono molto resistenti anche alle spinte del vento. Un altro indubbio vantaggio per chi le sceglie riguarda la manutenzione semplice. Si puliscono infatti solo con acqua e sapone.

Pensiline in policarbonato

In questo caso abbiamo a che fare con una pensilina da ingresso molto versatile. Il policarbonato, infatti, può essere utilizzato per realizzare pensiline residenziali, così come per realizzare coperture per aree commerciali. Per fare un esempio, ricordiamo che la pensilina in policarbonato è particolarmente adatta a realizzare coperture per aree fumatori nei negozi, nei bar e nei ristoranti.

Pensiline in vetro

Esistono ovviamente anche le pensiline in vetro. Per la precisione, si parla di pensiline in vetro e in acciaio inax stratificato. Questa tipologia di pensilina da ingresso è ideale per chi non vuole mettere in secondo piano la resa visiva.

La copertura, infatti, si presenta molto leggera, il che è ottimo se si vuole rendere l’ingresso della casa un luogo piacevole.

Le pensiline in vetro si possono configurare come dei veri e propri oggetti d’arredo. Sono in grado infatti di dare un’idea delle scelte di design dell’abitazione fin dall’ingresso, Cosa si può dire della personalizzazione? Che, anche in questo caso, si può giocare molto.

Risulta infatti possibile scegliere pensiline in vetro smerigliato, mixando il materiale sia con l’acciaio inox, sia con il ferro.

Anche in questo caso possiamo parlare di una notevole resistenza, il che sul lungo termine è ottimo.

Pensiline in ferro

Questa tipologia di pensilina da esterno è una soluzione molto valida per chi non vuole rinunciare alla raffinatezza fin dall’ingresso di casa. Ovviamente, per ottimizzarne la durata, il ferro viene trattato con appositi materiali finalizzati a prevenire la formazione di ruggine.

Le pensiline di questo tipo sono realizzate con una struttura portante in ferro. Da ricordare è anche la presenza di una copertura, che ha la funzione di riparare la zona dell’ingresso dal sole e dalla pioggia. Il ferro, materiale utilizzato fin da tempi molto antichi, è versatile e perfetto per chi vuole personalizzare l’ingresso di casa con una pensilina da esterno.

Queste soluzioni, se gestite bene dal punto di vista della manutenzione e della pulizia, possono durarre molto a lungo.

Aspetti normativi

Gli aspetti normativi riguardanti l‘installazione di una pensilina variano a seconda dei contesti geografici. In alcuni Comuni italiani, per esempio, a seconda dei casi si considera la pensilina da esterno una soluzione di restauro o risanamento conservativo, oppure una vera e propria ristrutturazione.

Nel primo caso serve la SCIA, mentre nel secondo è necessario dotarsi di un permesso di costruire. Fondamentale, inoltre,  è che la pensilina rispetti le distanze minime tra le costruzioni stabilite dal regolamento comunale.

Per evitare qualsiasi tipo di problema, prima di contattare un’azienda di ristrutturazioni è opportuno prendere in esame le norme vigenti nel proprio comune di residenza.